La storia collettiva di Natale / Capitolo Finale

 

Oggi è la vigilia di Natale e io sono veramente estasiato! Il mercatino è stato un successo. La forma che ho scelto per i miei biscotti è una scatola con fiocco. Erano buonissimi. Mentre le persone acquistavano i nostri sacchettini golosi erano felici, e allora ho capito che avevo fatto davvero qualcosa di speciale.

Ora sono carico! Devo fare un sacco di cose: ascoltare la musica con papà, scaldare le pirofile di pasticcio con la mamma, tagliare perfettamente i lacci di tutti i regali, disegnare i bigliettini per i nonni, dipingere i pezzi di tronco per decorare la tavola, accendere le lucine in giardino, ripetere la poesia di Natale e ovviamente mettere il regalo di mamma e papà sotto l’albero. Dopo una serie di lavori belli che avrei voluto fare, ho deciso che da grande farò il Raccontastorie, perché costruire questo regalo è stato magico: ora ve lo spiego.

Il cuscino dell’anello di fidanzamento dei nonni servirà per tenere i braccialettini con le perle che ho costruito per la mamma e papà. Dovranno indossarli ogni volta che vorranno ascoltare una mia storia! La vecchia radiolina di papà servirà per il sottofondo dei miei racconti, così sembreranno veri e tutti si sentiranno protagonisti della mia avventura. Le cuffie mi serviranno per sembrare un vero robottino parlante e le indosserò ogni volta che mi verrà chiesto di raccontare una nuova favola. La prima storia l’ho disegnata e non vedo l’ora di raccontarla alla mamma e papà. La troveranno dentro la mia scatola e quando si sveglieranno, apriranno il mio regalo e cominceranno ad ascoltare la mia storia degli ‘Abbracci in Scatola’.

L’anno prossimo prometto che ve ne racconterò moltissime, nel mentre riposatevi che voi grandi fate un sacco di capricci.

Buone feste!